Secondo un ottimo Cunegatti, terzi Cocco-Buccino. Il momento chiave nel corso della PS5 quando il leader, Righetti, è uscito di strada vedendo così sfumare una vittoria che sembrava facile.

VERONA, 14.10.2017 – Si conferma spettacolare anche in questa edizione il Rally Due Valli valido per il Campionato Regionale Rally. La XXXV edizione ha premiato Mirko Tacchella e Cristian Zullo, che al debutto sulla Peugeot 208 T16 R5 della Omega hanno centrato il massimo obiettivo. La loro progressione è iniziata con la vittoria nella SPS1 “SKODA Città di Verona” di venerdì, ma il successo si è concretizzato nella seconda tappa.

In un primo momento a prendere il comando delle operazioni era stato Roberto Righetti in coppia con Giuseppe Ceschi sulla Citroen DS3 R5 della Raetia Corse. Il veronese dopo il primo giro di prove aveva accumulato più di un minuto di vantaggio. Sulla seconda ripetizione della “Roncà” il momento chiave, con Righetti che per un'uscita di strada senza conseguenze è stato costretto a rinunciare ad un'affermazione fino a quel momento meritata.

Al comando è quindi passato Tacchella, che ha dato vita ad una delle battaglie più intense di questa gara con Giancarlo Cunegatti e Federico Righetti sulla Renault Clio di classe A7 della Julli. La coppia ha impressionato per lucidità e costanza, ma alla fine la prestazione ha premiato Tacchella, con la Renault Clio che ha chiuso in seconda posizione staccata di 17.8 e prima di classe.

Chi sosteneva invece che la PS8 “SKODA Città di Verona” non potesse fare classifica si è ricreduto nel finale, perché il terzo posto si è deciso proprio nell'esaltante sfida alla Rally Due Valli Arena, davanti a tanti spettatori con Cocco-Buccino che sulla Renault Clio S1600 della For Sport hanno beffato Panato-Zandonà di 1.8 secondi conquistando il podio al fotofinish. Panato ha quindi chiuso quarto, sulla Peugeot 207 S2000 della Power Car Team al termine di una prestazione comunque positiva che lo ha visto primeggiare in classe S2000.

Quinti Franchini-Franceschini (SKODA Fabia S2000 / Best Racing Team) mentre al sesto posto applausi per Pier Maria Abram e Fabio Ambrosini, che sulla Peugeot 106 hanno dominato la classe A6.

Le altre classi hanno premiato in A5 Chiappin-Castegnaro (Peugeot 106/Julli), in N4 Bennati-Bonamini (Subaru Impreza/B&B Technology) dodicesimi assoluti, in N3 Mirandola-Sabaini (Renault Clio Williams), in N2 Bottoni-Ramacciotti (Peugeot 106/Verona Corsa) mentre in N1 cavalcata solitaria per Pieropan-Pieropan (Peugeot 106/Palladio Historic).