Dopo le verifiche sportive e tecniche arriva il momento di accendere i motori. Tra poche ore l’ultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche aprirà ufficialmente la grande kermesse dei motori scaligera che vedrà al via anche i protagonisti del Campionato Italiano Rally e del Campionato Regionale Rally e domenica la regolarità del Due Valli Classic. Non prenderà il via il siciliano Domenico Guagliardo, assente a causa di un improvviso lutto nel suo team.

VERONA, 13/10/2017 – Finalmente è arrivato il momento di riaccendere i motori anche per i protagonisti del Campionato Italiano Rally Auto Storiche.
Dopo lo shakedown di stamattina e le verifiche tecniche/sportive, da stasera alle 18.01 prenderà ufficialmente il via la 12^ edizione del Rally Due Valli Historic ultimo appuntamento del massimo campionato nazionale per le auto storiche.

Per gli appassionati la serata si preannuncia con un duplice evento: per chi vorrà godere dello spettacolo di queste splendide vetture che hanno fatto la storia dei rally all’ombra dell’Arena di Verona l’appuntamento è nella centralissima in Piazza Brà dalle 18,31; mentre per chi non resiste all’emozione di sentire questi splendidi gioielli sprigionare tutta la loro cavalleria come “ai vecchi tempi”, basta spostarsi di qualche chilometro e nel Parcheggio C dello Stadio Comunale Bentegodi alle 19.05 avrà luogo la prima prova speciale della gara per una serata all’insegna del miglior rallysmo.

Nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche, assegnati tutti i titoli, gli occhi sono puntati su “Lucky” e sulla sua navigatrice Fabrizia Pons, due pietre miliari della specialità favoriti della vigilia.

Il vicentino, fresco vincitore del Trofeo Nazionale Conduttori e del 4° Raggruppamento con la sua Lancia Delta 16V Integrale tenterà finalmente di porre il suo sigillo sul Due Valli “storico”, dopo averlo fatto nel lontano 1987.
Sulla sua strada troverà la Lancia Rally 037 di Marco Bianchini che cercherà di bissare la sua vittoria scaligera del 2015: “Sono felicissimo di tornare a correre a Verona – racconta il sanmarinese – per noi è una giornata di puro sport e divertimento che condividerò per la prima con al fianco l’esperto navigatore Maurizio Imerito.”

Non è invece nemmeno arrivato a Verona il siciliano Domenico Guagliardo, uno degli attesi protagonisti della vigilia ha deciso non prendere il via dopo aver appreso dell’improvvisa scomparsa di un suo stretto collaboratore.
Curiosità tra gli appassionati nel rivedere in azione la Ford Sierra RS Cosworth ex ufficiale del pilota di casa Nicola Patuzzo, che ha lasciato la fida Toyota Celica portando al debutto la vettura inglese nella corsa scaligera come prima gara test.

Per i nostalgici di casa Abarth, da sottolineare che questa sera le emozioni inizieranno prima ancora del via, in quanto la gara avrà (solo per stasera) come apripista d’eccezione il due volte Campione del Mondo Rally Miki Biasion che aprirà la serata alla prova spettacolo con una nuova Fiat 124 Abarth.